Come attuare una strategia di Social Media Marketing

Per sviluppare una strategia di social media marketing si dovrebbe seguire un processo di pianificazione iniziando con lo stabilire il profilo di appartenenza delle persone che vogliamo coinvolgere, definire gli obiettivi che vogliamo raggiungere e quali social media e tecnologie utilizzare. Sharlyn Lauby nel suo post su Mashable fornisce degli utili consigli su come realizzare una strategia di Social Media Marketing.

1. Determinare gli obiettivi
La creazione di una strategia di social media è complessa, perché “non comprende solo l’analisi interna dell’azienda ma include anche lo studio dell’ambiente esterno per poter determinare il giusto grado di engagement”Luis Ramos, CEO of The Network.

La prima cosa da fare è quindi determinare gli obiettivi che si vogliono raggiunegere. Questo step è assolutamente necessario se si prevede la misurazione del ROI o se si vogliono definire dei parametri interni per il monitoraggio dei social media. La definizione degli obiettivi aiuta inoltre le aziende a stabilire la tempistica della strategia ed il piano per l’aggiornamento dei contenuti. Quando la General Motors implementò la propria strategia, Christopher Barger, direttore del Global Social Media GM delineò i seguenti obiettivi:

  1. Migliorare la risposta alle esigenze dei consumatori
  2. Incorporare un sistema di ascolto dei feedback più rapido ed efficace
  3. Rendere il brand più “umano” e mostrare la personalità e la passione delle persone che fanno parte dell’azienda
  4. Aumentare la consapevolezza della forza della propria linea di prodotti

2. Identificare un “evangelista” interno
Il principio fondamentale di questo secondo punto è che in molti casi una strategia di social media richiede l’impegno di un dipartimento aziendale dedicato. Un ulteriore opzione da considerare è quella di utilizzare delle risorse esterne (ad esempio consulenti) per la gestione di alcuni aspetti della strategia e le risorse interne per il resto.
Barger spiega: “Utilizziamo le risorse interne, ove possibile, dato che uno degli obiettivi di GM è di diventare più sensibili verso i consumatori, ma abbiamo ingaggiato delle agenzie per il monitoraggio delle conversazioni, l’individuazione di nuove opportunità e di nuovi influenzatori.”

3. Valutare i dipendenti
Le aziende hanno bisogno di capire il livello di conoscenza ed interesse dei propri dipendenti verso i social media. Barger spiega “Abbiamo coinvolto i nostri dipendenti in corsi formativi su come e perchè impegnarsi nei social media. Abbiamo creato inoltre, un blog interno per dare la possibilità al personale di condividere e conversare riguardo gli argomenti delle varie lezioni attraverso i social media”.

4. Verificare la tecnologia
Anche se, la maggior parte dei social media, non ha bisogno di un enorme investimento tecnologico, si dovrebbe comunque dare un’occhiata alle capacità tecnologiche della propria azienda e assicurarsi che il sistema sia in grado di supportare la strategia:

  • Chi avrà accesso ai siti?
  • Abbiamo a disposizione un firewall per impedire l’accesso?
  • Quali sono le regole sui tempi ed i contenuti pubblicati?

5. Ascoltare
Condividere le best practices tra i dipendenti, identificare gli utenti esperti da seguire, concentrarsi sulla creazione delle connessioni con le persone, sono alcuni dei consigli che Sharlyn rivolge alle aziende per poter identificare le azioni migliori da intraprendere.

Nel corso del 2010, si prevede che sempre più aziende si impegneranno in attività sui social media. Una corretta pianificazione ed esecuzione delle diverse fasi strategiche è la chiave per l’integrazione dei social media nella propria azienda.

Recommended Posts

Leave a Comment