Costruire query di successo

Monitorare i Social Media è come cercare un ago in un pagliaio, o meglio, tanti aghi in un grande pagliaio. Per molti Brand ci sono decine o centinaia di conversazioni interessanti ogni giorno a disposizione sui social media, ma il problema è che sono nascoste tra le migliaia di conversazioni meno interessanti o addirittura irrilevanti.

Le piattaforme di Social Media Monitoring forniscono agli utenti la possibilità di strutturare le ricerche tramite la creazione di query personalizzabili. Attraverso la costruzione di query  si definisce il tipo di contenuto che si desidera trovare, cosa deve e non deve contenere, la lingua, ecc… sulla base di particolari keywords e operatori (AND, NOT, OR, ecc…).

Se si utilizza la query – Best Apple Juice – su Google per trovare delle recensioni sui migliori succhi di frutta, la ricerca restituisce circa 1.210.000 risultati.

Tra i primi, compaiono molti post interessanti che contengono le 3 keywords di riferimento, ma andando avanti ci sono anche dei contenuti off topic relativi a conversazioni sulle mele, (ricette, coltivazione, ecc..) e su altri tipi di succhi di frutta.

Il monitoraggio delle conversazioni rilevanti per un brand, deve essere quindi effettuato utilizzando delle query più precise e sfruttando la potenzialità degli operatori booleani.

Gli operatori più utilizzati sono:

“” Doppie virgolette

Per trovare tutte le conversazioni che contengono la frase esatta racchiusa tra le virgolette in quell’ordine e senza parole in mezzo. La query “Apple Juice” restituisce il post con la frase “I love Apple Juice” e non tutti i post che contengono solo Apple o Juice. Questo operatore è molto delicato perché ignora anche il post con la frase “I like Apple and Orange juice”

AND

Restutuisce le conversazioni online che contengono entrambi i termini a cui si riferisce. La query Apple AND Juice raccoglie tutti i post che contengono le keywords Apple e Juice come nella frase “I love Apple and Orange Juice”

OR

Restituisce le pagine web che contengono almeno uno dei due termini. La query Apple OR Juice restituisce ad esempio il post “I just went shopping; bought some applies, bananas, etc”.

NOT

Restituisce tutte le pagine web che non contengono un determinato termine. “Applie Juice” NOT bubblegum trova tutti i post che contengono la frase Apple Juice ma che non contengono la keyword bubblegum. La frase “I love apple juice flavoured bubblegum” non viene quindi inclusa tra i risultati della ricerca.

() Parentesi

Le parentesi vengono utilizzate nelle query complesse per raggruppare i termini della ricerca e dichiarare la precedenza tra gli operatori. La query “Apple Juice” NOT (bubblegum OR “bubble gum” OR sweets) trova tutti i post che menzionano Apple Juice ma che non contengono almeno una delle parole tra le parentesi.

Le frasi: “apple juice flavoured bubblegum” o “apple juice flavoured sweets” non sono incluse nei risultati.

~ Tilde

Questo operatore – chiamato anche di prossimità – restituisce tutti i post in cui due (o più) termini appaiono tra alcune keywords l’uno dall’altro.  La Tilde deve essere utilizzata in combinazione con virgolette e cifre che indicano il numero massimo di parole tra i due termini. Ad esempio, la query “Apple Juice”~5 restituisce tutti i post che contengono le keywords Apple e Juice con fino a 5 parole tra le due. La frase “The new apple and cranberry juice is on sale now” viene inclusa nei risultati a differenza della frase “I like the golden delicious apple best, they are firm, crispy and not too much juice” che contiene 9 parole tra le due keywords ricercate.

Site:

Limita la ricerca ad uno (o più) siti. La query “Apple Juice” AND site:twitter raccoglie tutti i tweet che contengono la frase Apple Juice. Al contrario “Apple Juice” NOT site:twitter trova tutti i post che contengono Apple Juice escludendo i tweet.

Raw:

Utilizzato nei casi in cui si ha la necessità di trovare dei post con punteggiatura o caratteri alfanumerici. L’operatore deve essere scritto in minuscolo, seguito da due punti e nessuno spazio. (raw:”apple juice!”)

Title:

Trova – o esclude – tutti i post che contengono le keywords di ricerca all’interno del titolo. La query title:”Apple Juice” raccoglie tutti i post che hanno all’interno del titolo le keywords “Apple Juice”. (ad esempio “my reviews of 10 supermarket’s Apple Juice”).

Location:

Includendo questo operatore in una query si possono trovare tutte le conversazioni presenti nelle pagine web associate ad un determinato paese. La query “Apple Juice” AND location:uk raccoglie tutte i post che contengono la frase “apple juice” e che sono associati ad un autore residente in UK (dichiarato dall’utente in fase di registrazione).

Altri operatori disponibili in alcuni prodotti sono:

Wildcard – ?

Sostituisce qualsiasi carattere che può variare. Ad esempio, la query “World Series 200?” restituisce tutti i post su uno qualsiasi dei 10 anni.

Truncation – *

Raccoglie tutti i post con finali diversi. Ad esempio, “Apple i*” restituisce i contenuti su svariati prodotti della Apple.

Alcuni consigli per query di successo:

La semplicità. Se una query semplice funziona, non è necessario modificarla. Alcuni brand hanno dei nomi unici che non vengono utilizzati in altri contesti. Ad esempio, nel settore automobilistico, il VW Tuareg è un nome abbastanza inconfondibile e quindi non è necessario strutturare una query complessa.

Studiare i social media. E’ importante capire come le persone “chiamano” un determinato prodotto, brand o argomento sui social media. Una query come “blackberry 9539 storm smartphone” si riferisce al nome completo di un modello di cellulare BlackBerry che non restituisce molti risultati perché non riflette la realtà. La query potrebbe quindi essere modificata nel seguente modo: “blackberry storm” OR “blackberry 9530”. Per capire come si parla nei social media si dovrebbe “giocare” con le query attraverso un processo iterativo. Iniziando con la costruzione di una query con il nome del brand, e osservando tra i risultati quali sono le keywords e frasi associate.

Query troppo mirate. Se la query restituisce pochi risultati, una soluzione potrebbe essere quella di ridurre il numero di keywords. Ad esempio, se si stanno cercando dei post su un prodotto, si potrebbe provare a rimuovere il nome dalla query e lasciare solo quello del brand.

Gli errori comuni da evitare:

  • Non capitalizzare gli operatori “NOT”, “AND” o “OR”
  • Non utilizzare le virgolette per alcune frasi, ad esempio la query “Apple juice” OR Apple Juce dovrebbe essere scritta in questo modo “Apple juice” OR “Apple Juce”

Infine, se una query vi sembra troppo complessa, ricordatevi di seguire un format chiaro e ordinato:

[termine principale] AND [termine contesto] NOT [termine da escludere]

“Passat” AND (repair OR problems) NOT (“spare parts” OR site:www.autotrader.com)

(Trova le conversazioni in cui si parla dei problemi riscontrati nei modelli di VW Passat)

Per ulteriori approfondimenti: http://www.brandwatch.com/2010/09/social-media-monitoring-how-to-build-a-good-query/

Link img: http://www.flickr.com/photos/srummler/3502143328/

Recommended Posts

Leave a Comment