Geo-Social Network in Italia. L’isola che “ancora” non c’è.

Home / Social Media Analysis / Geo-Social Network in Italia. L’isola che “ancora” non c’è.

Geo-Social Network in Italia. L’isola che “ancora” non c’è.

La nascita dei location-based social network ha incrementato l’uso della ricerca locale e Foursquare – leader indiscusso – a metà luglio ha raggiunto i due milioni di utenti attivi nel mondo in poco più di un anno di esistenza. Si tratta di uno strumento di passaparola real-time con elementi di gioco e di competizione che incoraggia le persone ad esplorare quartieri e condividere la propria posizione, per ricevere dei “badge virtuali”. Gli utenti che effettuano più “check-in” in un luogo possono essere identificati come “sindaci” di quel posto fino a quando qualcuno non li supera.

Essendo uno strumento particolarmente adatto all’interazione tra online e offline, le aziende possono avvicinare gli utenti al brand coinvolgendoli in prima persona nelle varie attività organizzate. Grazie alla partnership con brand importanti come Starbucks, Diesel, Jimmy Choo, ecc… Foursquare ha tutte le carte in regola per raggiungere una grande fama mondiale e diventare il Facebook del check-in.

Secondo una ricerca effettuata da Labs BitsyBot, le categorie Food e Shopping sono quelle in cui si fanno più check-in. La categoria Nightlife è pari ad Arte e Intrattenimento e batte i luoghi di istruzione ed i parchi.

Ma perchè piace così tanto? Molte persone lo utilizzano in svariati momenti e per diversi motivi. C’è chi prova un senso di soddisfazione nel diventare “sindaco” di un luogo che si frequenta spesso, chi lo utilizza per rintracciare i propri amici e sapere dove sono stati, per narcisismo e come forma di auto-associazione, per scambiarsi opinioni, per tener traccia dei propri spostamenti come se fosse un diario di viaggio, per dimostrare di avere buon gusto nella scelta di ristoranti/hotel o per puro intrattenimento.

Il numero delle persone che utilizzano le piattaforme di Geo-Social Network cresce a dismisura ed anche le aziende hanno iniziato a farne uso riconoscendo la grande opportunità di business e mobile marketing.

Nel settore immobiliare, ad esempio, la possibilità di identificare con facilità i luoghi preferiti e più frequentati dalle persone rappresenta un grande valore aggiunto. Si potrebbero infatti, informare i potenziali clienti delle case disponibili nelle vicinanze del bar preferito, del rivenditore auto, il dentista, ecc…

Qui è disponibile una lista di 21 esempi di come, i grandi brand, hanno testato ed attuato campagne di social media marketing grazie alla geolocalizzazione.

Nasce l’esigenza di avere degli strumenti di misurazione dato che tutte le informazioni presenti sui Geo-Social Network potrebbero essere utilizzate per sviluppare dei profili di utenti e per aiutare a costruire modelli pubblicitari nei decenni a venire.

Foursquare fornisce una dashboard di analisi disponibile per i profili business che permette alle aziende di accedere ad una vasta gamma di informazioni statistiche: numero totale di check-in, visitatori unici e la condivisione della propria posizione su twitter e facebook facendo distinzione tra clienti e collaboratori.

Attraverso l’analisi di Foursquare le aziende possono comprendere come i clienti interagiscono all’interno del loro business attraverso i loro commenti e sviluppare delle relazioni più solide offrendo ad esempio degli sconti o offerte speciali a chi effettua più check-in.

Monitorare e comprendere i dati presenti sulle piattaforme Geo-Social apre nuove frontiere nel campo della Social Media Analytics e nomi come Foursquare, Gowalla, Yelp e MyTown non dovrebbero mancare nella nostra lista di fonti per il monitoraggio.

Cosa dicono gli utenti, dove sono quando scrivono, quanto parlano di un brand nelle vicinanze di un punto vendita, il grado di interesse per il brand se effettuano un check-in ma non esprimono commenti, sono informazioni preziose che dovrebbero essere rappresentate nei report e disponibili nelle piattaforme di Social Media Analytics.

Cosa si dovrebbe misurare? ..e come? A voi la parola :)

Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Dino

    Ciao, volevo segnalarvi questa nostra piccola startup nel campo del GeoSocial networking. Si chiama MapTalks.net e la sua particolarità è che le discussioni si sviluppano direttamente sulle mappe.
    Grazie e complimenti per il blog.

  • Martina

    ciao Dino, interessante il tuo suggerimento,
    ciao a tutti
    ne ho una anche io di segnalazione, si chiama SALVAGUARDIAMO MILANO, un geo-social network che raccoglie le segnalazioni negative (ma anche positive) che, secondo il parere dei cittadini, meritano attenzione da parte del Comune di Milano. L’applicazione è infatti nata per due principali scopi: responsabilizzare i cittadini alla salvaguardia e promozione della propria città e condividere problemi ed opportunità creando una rete civica di utenti che utilizzano la piattaforma messa a disposizione dall’applicazione per aiutare a migliorare la vivibilità di Milano. Penso che sarebbe anche interessante diffonderlo in altre città… l’applicazione per Iphone e Android si può scaricare da qui http://www.salvaguardiamomilano.it

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt
fourwhere