Le metriche qualitative e quantitative per l’analisi di Twitter

Twitter ha cambiato il modo in cui le persone comunicano tra di loro e si influenzano.
Per poter comprendere realmente i valori distintivi di questo canale, non dovremmo limitare l’analisi ad una semplice raccolta di dati. Avinash Kaushik, nel suo post, presenta i 4 strumenti utili per analizzare Twitter al fine di capire che cosa rende unici i social media.

ANALISI QUANTITATIVA

  • Il Klout score rappresenta l’influenza globale di una determinata persona su Twitter ed è generato dall’analisi di 25 variabili differenti con un intervallo da 1 a 100. Alcune variabili, ad esempio,  si riferiscono al coinvolgimento generato da un tweet o dall’impatto che ha sulle persone determinato dal numero di commenti, retweet, followers, ecc…

klout

  • GraphEdge, ideato da Waldron Faulkner, è uno strumento che identifica chiaramente i followers reali (eliminando lo spam), gli un-follows, i friends followers e la fedeltà.

La seconda parte del post affronta l’analisi dei dati dal punto di vista qualitativo.

ANALISI QUALITATIVA

  • TweetPsych, creato da Dan Zarrella, utilizza due algoritmi di analisi linguistica (RID e LIWC) per costruire un profilo psicologico di una persona in base al contenuto dei suoi tweets.
  • StreamGraphs fornisce una rappresentazione grafica dei tweets che contengono una determinata parola ricercata. Fornisce inoltre, l’analisi grafica delle ricorrenze più frequenti.

Avinash conclude il suo post ricordando che, per poter effettuare un’analisi critica, è molto importante partecipare ai social media e condividere contenuti intressanti per apprezzare i loro punti di forza.

Recommended Posts

Leave a Comment