Social Media Monitoring Review 2010

FreshMinds Research ha recentemente testato sette piattaforme di Social Media Monitoring utilizzando una serie standardizzata di parametri (argomento, periodo di tempo, ecc…) e senza l’assistenza di un team di supporto.

Questi strumenti raccolgono, classificano e analizzano le conversazioni online usando una tecnologia di web crawling simile a quella dei motori di ricerca. Tuttavia, a differenza dei motori di ricerca, filtrano e categorizzano le conversazioni per memorizzarle successivamente in un database e rappresentarle graficamente. La comparazione è stata effettuata in base agli elementi riportati nella tabella sottostante:

Nella descrizione dei risultati della ricerca ho incrementato una valutazione su truPULSE di Visible Technologies. Questa piattaforma non è stata selezionata come tester ma rappresenta una valida alternativa agli strumenti oggetto dell’analisi.

Dalla prova si evince che non esiste uno standard universale e che ciascun strumento offre una soluzione diversa per le seguenti caratteristiche:

Copertura dei media
Non tutti gli strumenti coprono le varie tipologie di media (twitter, blog, forum). truPULSE suddivide le tipologie di media in blogs, custom, images, news, tweets e video. I contenuti custom si riferiscono alle fonti addizionali. L’esclusione è possibile sono per l’intera tipologia di media e non per singolo dominio.

Analisi del Sentimento
Gli strumenti di monitoraggio dei social media possono essere estremamente utili, ma è importante capire i loro limiti rispetto a questa funzionalità. Il sentimento è un pensiero basato sull’emozione più che sulla ragione e non può essere facilmente tradotto in un valore numerico. Per questo motivo le piattaforme di social media monitoring solitamente attribuiscono un valore neutrale alla maggior parte delle conversazioni. Gli algoritmi utilizzati variano nella loro raffinatezza ed efficacia: alcuni strumenti ad esempio ricercano semplicemente un indicatore chiave del sentimento (es. “mi piace”) in una stringa di ricerca. truPULSE non effettua una sentiment analysis automatica e per identificare il sentimento reale è necessaria un’interpretazione da parte di un analista. La polarità delle conversazioni è suddivisa in POSITIVE, NEGATIVE, NEUTRAL o MIXED.

Localizzazione delle conversazioni
I vari strumenti di monitoraggio identificano la provenienza delle conversazioni attraverso elementi differenti:

  • URL: è l’opzione più rara considerando che non risulta sempre efficace
  • indirizzo IP: le principali piattaforme di social media tendono ad essere ospitate negli Stati Uniti, ma gli utenti possono partecipare da tutto il mondo. Twitter, ad esempio dà l’impressione che tutti i suoi utenti siano negli Stati Uniti.
  • linguaggio: alcuni strumenti utilizzano il linguaggio delle conversazioni per identificare il paese di provenienza. Anche truPULSE usa questo valido metodo anche se in alcuni casi è difficile riconoscere le sfumature nei vari linguaggi.

Volume delle conversazioni
L’effettivo numero di conversazioni presenti nei risultati della ricerca non sempre è come sembra. Un volume maggiore non è necessariamente migliore, e la duplicazione e lo spam sono dei problemi seri che vanno affrontati. Su truPULSE lo spam può essere gestito attraverso l’utilizzo di TAG o tramite l’esclusione di Keywords. Il sistema aggiorna costantemente ed automaticamente le fonti, attraverso lo scouting dei link contenuti nei post pertinenti.

Latenza di elaborazione dei dati
La velocità con cui le conversazioni vengono raccolte e memorizzate è limitata dalla frequenza del web crawler ed il tempo necessario per processari i dati. Questo ritardo è noto come latenza dei dati che ha un impatto anche sui dati storici. Dei sette strumenti analizzati si è riscontrato che Brandwatch è stato quello più veloce a cercare ed elaborare i dati online, mentre BuzzMetrics di Nielsen si è dimostrato il più lento. TRUPULSE offre la possibilità di ricercare le conversazioni in tempo reale grazie alla funzione di PREVIEW, che effettua una rapida ricerca con le parole chiave indicate, e restituisce i primi 20 risultati di ciascun media. Usando questo feedback immediato, si è in grado inoltre di raffinare i termini di ricerca e creare query migliori in minor tempo.

Per scaricare il report completo clicca qui.

Recommended Posts

Leave a Comment