Alcuni piccoli tool di Social Media Analitycs

I social media oggi sono onnipresenti, le persone li stanno utilizzando ovunque: nelle case, al lavoro, nelle scuole, nei negozi e in ogni altro luogo. Sempre più frequentemente compaiono nuovi siti social in cui vengono proposti metodi di comunicazione innovativi e per ognuno di essi sembra che ci siano almeno due o più servizi creati appositamente per misurarli, tracciarli e monitorarli. In un ambiente così vasto e dinamico, come si devono comportare i responsabili marketing?

Per diminuire la confusione attorno alla moltitudine di strumenti di analisi presenti sul web, qui di seguito vengono riportate alcune piattaforme tra le più utili per la gestione dei social media:

TweetReach

TweetReach è un piccolo tool che consente di monitorare il reach generato da ogni singolo tweet. Questo è sicuramente uno strumento molto indicato se si è interessati ad individuare l’efficacia dei propri tweet in base al numero di utenti che essi riescono a raggiungere:

ArgyleSocial

Questa piattaforma è utile non solo ad organizzare ed allineare gli obiettivi del team di lavoro (con alcune funzioni rivolte alla collaborazione e pubblicazione team-based), ma anche a monitorare Facebook e Twitter da una sola dashboard:

Include anche una semplice sezione di reportistica sul ROI proveniente dalle attività sui social media:

HootSuite per iPad

Tutti gli utenti di HootSuite saranno soddisfatti da questa app, in quanto essa riflette le caratterisiche e l’approccio a colonne proposto negli altri prodotti di HootSuite. Include una colonna stazionaria nella sidebar che tiene traccia di tutti gli stream selezionati:

Dal punto di vista dell’analisi dei contenuti, con questa app si possono tradurre i messaggi in più di 50 lingue ed esaminare le statistiche attraverso i click ottenuti. HootSuite è sicuramente un’ottima scelta per chiunque abbia necessità di gestire i post e l’engagement anche lontano dalla scrivania.

TweetLevel

Questo tool consente di effettuare ricerche specifiche di hashtag, apportando interessanti insights su chi seguire in base alle conversazioni effettuate più che alle persone. Una volta trovato chi seguire è possibile misurarne l’influenza:

Si può anche stimare il buzz attorno ad un topic, in modo da determinare se si tratta di un trend a cui vale la pena prestare attenzione:

Dopodiché si può dare un’occhiata alle frasi correlate attorno ad un singolo topic per valutare il reale contenuto del trend:

Questo strumento è indicato per l’analisi delle campagne intraprese su Twitter, aiutando ad identificare le conversazioni, gli eventuali errori e le correzioni necessarie.

TwitterSearch

Lo strumento di ricerca interno a Twitter è un ottimo tool, se lo si sa usare correttamente. Thomas Baekdal ha stilato una lista contenente 7 suggerimenti per ottenere il massimo da TwitterSearch:

  • Scovare i migliori trend topic: Ricercare un topic aggiungendo –rt filter:links. Per esempio, topic -rt filter:links. Questo codice rimuoverà tutti i ReTweet.
  • Trovare chi sta parlando del brand: per rintracciare le discussioni sul brand in cui non si è coinvolti direttamente, si deve usare la stringa di ricerca brand -to:brand -from:brand -@brand sostituendo a “brand” il proprio nickname di Twitter.
  • Tracciare più profili: se si possiedono più profili Twitter da monitorare, si deve effettuare la ricerca utilizzando più to: seguiti dai nomi (come to:nome1 OR to:nome2)
  • Seguire le conversazioni sui propri competitor: per seguire le conversazioni dei competitor è sufficiente ricercare to:competitor OR from:competitor (sostituendo a “competitor” i nomi dei brand scelti)
  • Seguire i link condivisi da alcune persone: ricercare i link condivisi dagli utenti di spicco tramite from:nomeutente filter:links (dove nomeutente è l’account Twitter che si desidera monitorare)
  • Ricercare solo i tweet più recenti di un topic: effettuando una ricerca di un topic di tendenza aggiungendo -rt -via si escluderanno tutti i ReTweet e le condivisioni dai risultati.
  • Trovare le foto dei topic: se vi sono foto associate al topic, la stringa di ricerca “topic” twitpic OR yfrog OR post.ly OR twitgoo OR pikchur filter:links aiuta a scovarle.

Traackr

Traackr offre un modo semplice per trovare e seguire le persone che si rivelano influenti nel proprio business. Se si è un’agenzia pubblicitaria:

Se si gestisce un brand:

Da qui si possono identificare le autorità più importanti ed influenti a seconda del proprio settore. È anche possibile osservare come questi social media leader stanno rispondendo e contribuendo ai contenuti che si condivide, aiutando ad analizzare le proprie campagne e la loro efficacia.

SocMetrics

SocMetrics è una piattaforma web-based che consente di identificare gli influencer, di capire chi sono queste persone, di interagire con esse e di monitorare le proprie campagne.

È anche possibile valutarne l’influenza:

E costruire una lista di questi influencer:

La funzione Competitive Influence consente di specificare alcuni brand della concorrenza e di verificarne l’influenza online.

Social Mention

Social Mention è utile se si necessita di monitorare in real-time alcune keyword o mentions specifiche. Basta inserire le keyword nel tool di ricerca e si otterranno come risultato tutte le menzioni più recenti sul web:

Social Mention fornisce anche una rapida vista sulla propria online influence:

seguito da un elenco di insights di diverso tipo:

È inoltre disponibile il Social Mention blog widget o la possibilità di sottoscrivere degli alerts, simili Google Alerts, ma per i social media.

Ice Rocket

Ice Rocket è uno dei migliori motori di ricerca per blog,  ma che offre risultati provenienti anche da altri social media (comprendendo anche immagini e video).

Di seguito un esempio di ricerca:

HashTracking

Hash Tracking è un utile tool sia per effettuare una ricerca su un topic corrente sia per tracciare un evento futuro: basterà inserire gli hashtag interessati ed Hash Tracking inizierà a tracciare le conversazioni che li contengono:

Dai dati riportati è possibile estrapolare i nomi degli utenti che stanno usando gli hashtag scelti, il totale del reach e delle impressions, e una completa trascrizione dei tweet. L’uso di Hash Tracking è consigliato a chi fa uso di Twitter per la veicolazione di link e informazioni e desidera avere degli insights utili al tracciamento delle campagne social.

Qwerly

Qwerly fornisce uno strumento di monitoraggio delle campagne effettuate tramite newsletter, in grado di estrarre i profili social della propria mailing list.

Se si deve inviare una newsletter tramite mail ad un elenco di indirizzi e si vuole associare agli iscritti i dati provenienti dai loro profili social, Qwerly fornisce alcune API in grado di farlo. In questo modo è possibile identificare i principali social network associati alla propria mailing list e, di conseguenza, aggiustare ed orientare correttamente la propria strategia di social advertising e di presenza online.

Rapleaf

Come Qwerly, Rapleaf fornisce utili informazioni sui social profile degli utenti iscritti alle newsletter. Basta inserire in un file di testo e si otterranno i dati demografici della propria utenza:

Rapleaf è utile se si desidera ottenere un maggior numero di informazioni dalla popria mailing list, per creare nuove offerte e nuove strategie sulla base di questa tipologia di dati.

Page Lever

Page Lever, infine, è un tool di analisi per le pagine Facebook. È in grado di fornire nuovi dati oltre a quelli rintracciabili negli Insights interni a Facebook, dando ulteriori possibilità di incrementare il numero di fan, di commenti e di impressions.

Da esso si vede la provenienza dei fan:

Page Lever contiene anche la Day Overview che consente di ottenere informazioni dettagliate di un singolo giorno in particolare:

Se si gestisce una pagina Facebook di un brand, Page Lever può rivelarsi molto utile: i dati che offre aiutano a comprendere cosa funziona e cosa no nella propria strategia di comunicazione tramite il social network.

 

Tutte le piattaforme qui riportate aiutano a migliorare il monitoraggio dei social media, dando la possibilità di tracciare la propria performance attraverso i siti in cui si ha deciso di agire.

Fonte: kissmetrics.com

Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Hootsuite_it

    Grazie per la menzione nell’articolo 🙂 e complimenti.

    A tutti gli utenti e non di HootSuite, vogliamo dare una piccola notizia in più: presto la dashboard e molto altro saranno tutti in Italiano.

    Vi aspettiamo 🙂
    HootSuite Italia

  • Social Media Analytics Italia

    Grazie per l’anticipazione e per i complimenti! 🙂

    A presto!

Leave a Comment